RILIEVO E CATALOGAZIONE
DEI BENI CULTURALI


Il rilevare è molto più che il trascrivere su carta la consistenza della materia, è il conoscere - in senso profondo del termine - l’oggetto dell’intervento: solo un approccio scientifico, una pazienza tenace e soprattutto il saper interrogare il documento materiale che ci troviamo davanti ci porterà a scoprire i dati fondamentali per lo studio e quindi poi l’esecuzione dell’intervento di restauro.
Il rilievo è una delle operazioni preliminari fondamentali, utili e necessarie per la comprensione dell’oggetto architettonico, insieme alle ricerche storico archivistiche, alla diagnostica preventiva, ed a tutte le operazioni conoscitive.
Per effettuare le operazioni di rilievo ci avvaliamo di metodologie diverse: dal metodo diretto (impiego di fettuccia metrica, distanziometro laser) a quello indiretto (laser scanner tridimensionale, stazione totale topografica, fotogrammetria terrestre).
Le informazioni acquisite vengono quindi organizzate in veri e propri cataloghi, secondo gli standard ‘ICCD’ ed ‘ICR’, che costituiscono il nostro archivio dati.